Fotovoltaico: con il bonus ristrutturazioni detrazioni 50% senza dover presentare la CILA


Nel panorama delle agevolazioni fiscali per realizzare un impianto fotovoltaico, attualmente la strada più pratica e conveniente è senza dubbio utilizzare il Bonus Ristrutturazioni, piuttosto che il Superbonus e l’Ecobonus per più motivi. In primo luogo dal 2013 la normativa ha incrementato la percentuale detraibile al 50%, un’opportunità di cui è possibile usufruire fino al 31 dicembre 2024.

L’altra motivazione sta nel fatto che per accedere a tale detrazione fiscale non è necessario presentare la CILA (Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata), un titolo abilitativo che deve essere redatto da un professionista abilitato (ingegnere, architetto, geometra, perito industriale) e che deve prevedere la produzione di diversi documenti tecnici inerenti l’intervento che si va a realizzare. In più la CILA prevede che il tecnico che la redige si assuma la responsabilità in merito alle conformità dell’intervento agli strumenti urbanistici, ai regolamenti edilizi, alla normativa sismica e a quelle sul rendimento energetico. Tutto ciò comporta costi presso le amministrazioni pubbliche, oltre a quelli relativi al compenso del professionista.

In merito al Bonus Ristrutturazioni, in tempi passati, ci si era posti il quesito se l’impianto fotovoltaico rientrasse in tale detrazione, in assenza di una ristrutturazione degli immobili. Già nell’aprile del 2013 l’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n.22/E, previo parere del Mise, aveva chiarito che tali impianti rientrassero di diritto in quanto relativi “alla realizzazione di opere finalizzate al conseguimento di risparmi energetici con particolare riguardo all'installazione di impianti basati sull'impiego delle fonti rinnovabili di energia”. Inoltre tale risoluzione precisa che “le predette opere possono essere realizzate anche in assenza di opere edilizie propriamente dette, acquisendo idonea documentazione attestante il conseguimento di risparmi energetici in applicazione della normativa vigente in materia”.

L’Agenzia delle Entrate ha, quindi, confermato che la legge non limita la nozione di risparmio energetico a particolari tipologie di interventi: per questo l’installazione di impianti fotovoltaici rientra nell’ambito della detrazione prevista e l’immobile interessato all’intervento, a fine lavori, potrà ottenere la certificazione energetica sul miglioramento della classe raggiunta.

“Si tratta di una conferma molto interessante – spiegano Alberto e Mattia Angelini, titolari di Elettromeccanica Angelini – in quanto l’accesso al Bonus Ristrutturazioni per un impianto fotovoltaico permette di usufruire di un’interessante detrazione del 50% in modo veloce, senza complesse pratiche burocratiche, quali quelle imposte dalla CILA. La nostra azienda, come sempre, è a disposizione di chi intende effettuare impianti di questo tipo, supportando i clienti dallo studio di fattibilità, alla consulenza per accedere alle detrazioni fino alla vera e propria installazione (effettuata con materiali innovativi e di qualità) e al conseguente collaudo”.

News

Image

Fotovoltaico: con il bonus ristrutturazioni detrazioni 50% senza dover presentare la CILA

Nel panorama delle agevolazioni fiscali per realizzare un impianto fotovoltai...
Image

Bonus colonnine di ricarica domestiche: contributo pari all’80% dell’investimento. Le domande dal 19 ottobre al 2 novembre 2023

La scelta di promuovere l’utilizzo di auto elettriche tramite incentivi all’a...
Image

Volley B1 femminile: l’Elettromeccanica Angelini Cesena si presenta alla città in vista della stagione 2023/2024

Sabato 16 settembre presso il Club Ippodromo, in occasione della decima edizi...
Image

Per il sesto anno consecutivo Elettromeccanica Angelini main sponsor del Volley Cesena femminile

Prende forma la stagione 2023/24 del Volley Club Cesena: il primo tassello de...
Loading…